Bonus Verde

By Morelli Amministrazione Immobili|3 novembre 2017|Ambiente, Risparmio Energetico|0 comments

Legge di Bilancio 2018 – Bonus Verde

Nella legge di bilancio 2018 è stato inserito il cosiddetto “Bonus verde“, l’incentivo statale dedicato a chi effettuerà interventi sul verde privato.

Scopo:

Promuovere e rafforzare nel nostro Paese una sana e diffusa «cultura del verde», attraverso la previsione di specifici incentivi per la realizzazione di interventi di riqualificazione e recupero di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari di proprietà privata da destinare a zone verdi, che abbiano come effetto, tra l’altro, quello di incrementare il valore ecologico e ambientale delle zone densamente edificate ovvero di recuperare quello estetico e paesaggistico di spazi privati spesso caratterizzati da degrado e abbandono.

Implementare il «verde privato», non solo come elemento di arredo estetico qualificante di uno specifico contesto urbano, ma soprattutto quale fattore essenziale di sviluppo e di miglioramento della qualità della vita degli abitanti di un determinato territorio e strumento progettuale di «compensazione» e «mitigazione» degli impatti socio-ambientali prodotti da edificazioni anonime e lontane dalla ricerca del «bello».

Quando partirà il nuovo incentivo?

  • Dal 1 gennaio 2018

Indirizzato a chi?

  • A tutti i cittadini che sostengono spese per la sistemazione del verde di aree per abitazioni private e condomini

Quali interventi potranno godere delle detrazioni fiscali?

  • Tutte le aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere, quindi terrazzi, giardini, balconi, anche condominiali, anche attraverso impianti di irrigazione e lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico.
  • piante e fiori in vaso, piante sempreverdi, aranci e limoni ma anche gelsomini, rose o gerani, giardino pensile, orti su terrazzi, erbe aromatiche, ma anche fragole o piante ornamentali come edere, felci, begonie e surfinie.

Quanto si potrà dedurre?

  • il 36% del costo dei lavori, per spese fino a 5 mila euro la detrazione si applica alla singola unità immobiliare e non alla persona. Quindi, in caso di “n” proprietà si potranno ottenere “n” detrazioni.

Come si potrà detrarre dalla dichiarazione dei redditi?

  • L’unica ed esclusiva modalità di pagamento per usufruire del bonus è il bonifico parlante.

L’importo della detrazione totale va suddiviso in 10 quote annuali di pari importo.

Homepage Blog

Condividi questo Post:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.