Ripartizione spese consumo acqua in condominio

Ripartizione spese consumo acqua

La legge:

In condominio, fatta salva la diversa disciplina convenzionale, la ripartizione “spese consumo acqua condominiale” deve essere eseguita tramite strumenti idonei. In mancanza di contatori installati in ogni singola unità immobiliare, va effettuata, ai sensi dell’ art. 1123 comma 1 c.c. , in base ai valori millesimali delle singole proprietà.

Il fatto:

Un condominio di Milano, in mancanza di regolamento e di strumenti idonei alla contabilizzazione dell’acqua, aveva deliberato, a maggioranza, la suddivisione delle spese (del capitolo acqua potabile) in base al numero di occupanti l’appartamento e sgravando completamente i proprietari dell’ immobile nel caso in cui l’unità abitativa risultasse vuota per l’intero anno.


La Cassazione Civile sez. II con la pronuncia n. 17557/14 ha invece stabilito che:

“l’art. 1123 comma 2 c.c., non legittima la delibera di suddivisione della spesa nella specie adottata, giacchè il sistema di riparto da esso previsto appare inidoneo per la sua irrazionalità a fissare un congruo rapporto tra la spesa e l‘uso individuale… la norma in questione ha infatti riguardo al godimento potenziale che il condomino può ricavare dalla cosa o dal servizio comune, atteso che quella del condomino è un obbligazione propter rem che trova fondamento nel diritto di comproprietà della cosa comune, sicchè il fatto che egli non ne faccia uso non lo esonera dall’obbligo della spesa” pertanto:

  • L’importo della spesa dell’acqua fornita dal gestore, non fa riferimento al solo consumo bensì al costo del servizio stesso;
  • L’amministratore è esonerato dalla funzione di vigilante sull’effettiva occupazione delle unità immobiliari in quanto esula dalle sue mansioni;
  • solo le tabelle millesimali sono l’unico strumento per suddividere le spese del consumo dell’acqua, in caso di assenza di contabilizzatori dedicati.

Essendo l’installazione dei predetti contatori individuali un obbligo, ogni condomino può, dunque imporre, a tutti gli altri condomini, l’installazione dei medesimi.

Homepage Blog

Condividi questo Post:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*

tre × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.