Anagrafe Condominale

Anagrafe Condominiale:

Divenuta obbligatoria quando con la “Riforma del Condominio” è stato modificato l’art. 1130 n. 6 c.c. dove si afferma che “curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, … Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all’amministratore in forma scritta entro sessanta giorni…”
Pertanto costituisce una grave irregolarità gestionale omettere tale adempimento e renderebbe, in quanto tale, l’amministratore suscettibile di revoca giudiziale art. 1129, comma 11 n. 7 c.c..

Cosa deve contenere il modulo dell’ Anagrafe Condominiale?

Le informazioni anagrafiche e catastali necessarie per identificare tutti i partecipanti al condominio ovvero:

  • proprietari, usufruttuari, conduttori o comodatari,
  • codice fiscale,
  • residenza o domicilio,
  • la sezione urbana, il foglio, la particella, il subalterno e il Comune.

Il condomino deve fornire le prove documentali di quanto dichiarato nel modulo?
Praticamente “No”, il Garante della privacy con la newsletter n. 387 del 23 aprile 2014 ha chiarito che il condòmino non è tenuto a fornire le prove documentali delle informazioni rese.
Nel caso di cambio di amministratore, il professionista uscente è obbligato a consegnare tutti i moduli originali dell’ anagrafica condominiale all’ amministratore entrante.

Scopo?

  • Il registro assolve primariamente una funzione conoscitiva e non ispettiva.
  • Il registro di anagrafe condominiale è, sostanzialmente, una sorta di “carta di identità

Chi?

  • L’ amministratore è tenuto a consegnare il modulo da compilare ai condomini

Quando?

  • La variazione deve essere comunicata, in forma scritta, entro 60 giorni all’ amministratore.
  • Naturalmente nel caso in cui le informazioni dovessero risultare incomplete l’amministratore richiede tramite raccomandata le informazioni necessarie.
  • Se entro 30 giorni l’ amministratore non riceve il modulo compilato da parte dei condomini può procedere mediante ricerca anagrafica e catastale. I relativi costi vanno addebitati al condomino inadempiente.

Homepage Blog

Condividi questo Post:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*

dieci + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.