Telecamere in condominio: quando si è autorizzati a installarle e quando è vietato

By Morelli Amministrazione Immobili|3 aprile 2017|Privacy, Riforma Condominio|0 comments

Telecamere in condominio:

Quando si è autorizzati a installarle e quando è vietato

Le scale e i pianerottoli condominiali possono essere utilizzati da un numero illimitato di soggetti. Di conseguenza, le riprese delle telecamere installate dal singolo condomino, non sono penalmente rilevanti. Anche La riforma sul condominio (legge 220/2012) ha introdotto un articolo dedicato al tema di impianti di videosorveglianza sulle parti comuni (art. 1122 ter c.c.).

In sostanza, il singolo condomino è libero di installare le telecamere, purché le registrazioni riprendano solo le aree di sua proprietà esclusiva. Inoltre non è obbligato a chiedere autorizzazione al condominio Infatti, unico obbligo è quello di informare gli altri condomini.

La sentenza della Cassazione n.5591/2006 ha escluso che le telecamere installate sul pianerottolo di un’abitazione privata, oltre che dell’area antistante l’ingresso di un garage condominiale, comportino interferenze illecite nella vita privata . Inoltre a riconfermare quanto detto, anche la quinta sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n.34151 del 12 luglio 2017 si è espressa in modo positivo in tal senso: perciò la telecamera può rimanere dov’è purchè non violi la privacy dei vicini, anche perché il pianerottolo condominiale non è considerato dimora privata.

Al contrario le telecamere dome orientabili vanno rimosse, in quanto interferiscono nella vita privata dei condomini.

In pratica, se le telecamere inquadrano la porzione di pianerottolo di fronte al proprio ingresso, la rampa delle scale condominiali e una gran parte del pianerottolo, queste potrebbero ledere la riservatezza del vicino pertanto vanno rimosse, anche se non funzionano. Dunque le limitazioni che il diritto di proprietà incontra rientrano anche in quelle connesse alle regolamentazione dei rapporti di buon vicinato: da un lato il diritto del proprietario immobiliare di godere di aria, luce e visuale, dall’altro quello dei vicino di non subire interferenze, dirette o indirette, nel godimento del proprio diritto.

Homepage Blog

Condividi questo Post:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.